Il recap della nostra Serie A

                                          serie a

Si è conclusa ieri sera la 28esima giornata di Serie A. Giornata particolare, che si è giocata per la maggior parte domenica sera (discutibile la scelta di far giocare il campionato contemporaneamente al “Clasico”).  Turno che ha riservato alcune sorprese e molte conferme, infuocando le sfide per l’Europa e per la salvezza.

Il campionato ha ormai da alcune giornate la sua padrona, ed è, come risaputo, la Vecchia Signora. Il solito Tevez affonda il Genoa, ultima squadra ad aver battuto i Campioni d’Italia proprio nella partita di andata. Conta poco l’errore dal dischetto dell’ Apache nel secondo tempo.

 È il duello per il secondo posto ad infiammare il campionato.  Continua il momento magico della Lazio, che con l’ennesima prova convincente (sesta vittoria consecutiva!) stende il Verona all’Olimpico e si candida prepotentemente per un posto nella prossima Champions League. Ai biancocelesti bastano i gol di Anderson e Candreva nel primo tempo per piegare la squadra di Mandorlini, e restare così nella scia della Roma. Roma che torna alla vittoria al “Manuzzi” di Cesena. È un gol di De Rossi al 40’ del primo tempo a far tornare il sorriso a Garcia, che ora può preparare con più tranquillità la sfida contro il Napoli, in quello che sarà un vero e proprio scontro diretto per la Champions.

Gli uomini di Benitez arrivano alla partita dell’Olimpico in crisi di risultati e di gioco. Ieri, oltre al deludente risultato contro l’Atalanta, ha preoccupato la difficoltà di rendersi pericolosi negli ultimi 16 metri. Due soli punti nelle ultime 4 giornate hanno fatto precipitare i partenopei al quinto posto, a 6 lunghezze dalla Roma e 5 dalla Lazio. Fondamentale sarà la sfida contro l’ex allievo Garcia.                                                                                                                                          Napoli scavalcato anche dalla Sampdoria, che con una punizione fantastica di Eder supera l’Inter nella sfida fra i due amici Mancini e Mihajlovic. Classico caso in cui l’allievo supera il maestro (Sinisa cominciò la sua carriera da allenatore proprio come vice di Mancini). Samp in piena lotta per l’Europa League, approfittando anche del passo falso della Fiorentina a Udine, fermata sul 2-2 al termine di una girandola di emozioni. Montella può comunque consolarsi con il ritorno in campo e al gol di Mario Gomez, che con la sua doppietta aveva ribaltato il vantaggio di Wague, prima del pareggio definitivo di Kone.                                                                                                                                 Continua il campionato anonimo delle milanesi. L’Inter, come già detto, è uscita sconfitta da Marassi. La formazione nerazzurra forse non meritava la sconfitta, ma in questa stagione niente sembra girare per il verso giusto, come ha sottolineato il tecnico Roberto Mancini. Il Milan ha sconfitto 3-1 il Cagliari nell’anticipo. Vittoria più sofferta di quello che testimonia il punteggio, con la squadra di Zeman che ha dimostrato di essere viva e di credere ancora nella salvezza. Per entrambe le squadre di Milano la zona Europa dista una decina di punti, che sembrano davvero difficili da colmare.

La lotta per la salvezza non ha riservato grosse sorprese. Il Parma è ormai sempre più nel baratro e non solo il classifica. Il Torino di Ventura passeggia al Tardini confermandosi come settima forza del campionato. La lotta per non retrocedere sembra coinvolgere solo tre squadre al momento: Cesena, Cagliari e Atalanta. Le prime due, in questo momento a 21 punti, sembrano le più indiziate a tornare in Serie B. Gli uomini di Reja sono ora a 5 lunghezze di vantaggio, e crescono i rimpianti per i due punti persi allo scadere ieri contro il Napoli.

Più tranquille sembrano Verona, Chievo, Empoli, Sassuolo, Udinese e Palermo che, se ancora non sono matematicamente salve, possono guardare a questo finale di stagione con meno patemi. Il Chievo in particolare, con le ultime due vittorie consecutive ai danni di Genoa e Palermo, si è tolto dai bassifondi puntando con decisione alla quattordicesima salvezza di fila. Uno dei miracoli del nostro calcio. Miracolo che sembrano ripetere anche Empoli e Sassuolo, che si sono affrontate all’ora di pranzo. La spunta l’Empoli al termine di una partita divertente fra due squadre che esprimono un ottimo calcio.

Questa settimana la Serie A resterà ferma per via degli impegni delle nazionali. Appuntamento per sabato 4 aprile. Turno che si aprirà con il big match Roma-Napoli previsto per le 12.30, e che prevede altre sfide  interessanti come lo scontro per l’Europa tra Fiorentina e Sampdoria alle 18.30, e la sfida chiave per la lotta Champions e per la salvezza, Cagliari-Lazio.

 

A cura di Vincenzo Ricciardi

Il recap della nostra Serie Aultima modifica: 2015-03-23T12:56:53+01:00da sportstation
Reposta per primo quest’articolo
6 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *