El Clàsico, ci siamo

Finalmente ci siamo, finalmente è arrivato il giorno di Barcellona – Real Madrid, per tutti El Clàsico, probabilmente la partita di campionato più attesa dell’anno.

real-madrid-vs-barcelona-1426960797L’accesa rivalità, è evidente, è figlia di interessi legati all’ambito calcistico, in quanto si scontrano le squadre più titolate di Spagna e due tra quelle che vantano il maggior numero di successi in Europa e nel Mondo. Ma questo contrasto non è riscontrabile solo sul piano calcistico, lo ritroviamo anche su quello politico, poichè le due squadre sono considerate rappresentanti delle due regioni rivali, la regale Castiglia e l’indipendentista Catalogna, così come delle due città. Ma da dove nasce la rivalità tra Real Madrid e Barcellona? Per capirlo dobbiamo spostarci nel 1943 quando, dopo la vittoria casalinga del Barcellona nella partita d’andata per 3-0, il ritorno della semifinale di Copa del Generalisimo (l’attuale Copa del Rey) si concluse con una sonora vittoria dei Blancos per 11-1. Le polemiche che ne susseguirono non furono tanto suscitate dal risultato quanto dal presunto fatto che, sotto ordine dell’allora dittatore Francisco Franco, ai giocatori blaugrana sarebbe stato intimato direttamente dall’arbitro di perdere quella partita.

La rivalità riaffiorò negli anni ’50 con la questione riguardante l’acquisto di Alfredo Di Stéfano: i diritti sul giocatore erano divisi tra due squadre sudamericane, il River Plate e i Millionarios. Il Barcellona raggiunse un accordo con i Millionarios ma non con il River Plate, mentre al Real Madrid avvenne l’esatto contrario. Si propose una soluzione che accontentasse entrambi, ovvero che Di Stéfano avrebbe dovuto giocare una stagione a Barcellona ed una a Madrid. Il presidente del Barcellona inizialmente accettò, per poi tornare sui suoi passi dopo le contestazioni dei tifosi blaugrana, lasciando così campo libero al Real nell’operazione. Il giocatore si accasò dunque alle Merengues in cui sarebbe diventato uno dei calciatori più forti di ogni epoca. Il confronto si è protratto fino ai giorni nostri, anche perchè a parte qualche rara edizione il campionato spagnolo viene conteso da queste due squadre.

Gli ultimi anni hanno visto un numero maggiore di vittorie del Barcellona sia in campo nazionale che europeo; da ricordare le recenti vittorie per 6-2 del 2009 e 5-0 del 2010 dei Catalani e l’anno 2011 che ha visto scontrarsi le due squadre il maggior numero di volte, ben sette, sia in Campionato che in Champions League così come in Copa del Rey e Supercoppa di Spagna. Nella gara di andata giocata il 24 ottobre i Blancos si sono imposti per 3-1 dopo una splendida prestazioni, grazie alle reti di Cristiano Ronaldo, Pepe e Benzema mentre Neymar è stato il marcatore del Barcellona. L’argentino Lionel Messi detiene il record di reti in un Clàsico (21) seguito da Alfredo di Stèfano (18) e da Raùl (15), mentre il maggior numero di presenze in questo incontro lo detiene il madridista Manuel Sanchìs (43) seguito da Francisco Gento (42) e dal blaugrana Xavi (41).

 

Articolo a cura di Tommaso Mangiapane

El Clàsico, ci siamoultima modifica: 2015-03-22T12:32:34+01:00da sportstation
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *