Lega Pro Girone C: Il recap della 31a Giornata

Lega Pro
Lega Pro

Al “Nicola Ceravolo” di Catanzaro succede tutto negli ultimi quindici minuti di gioco. Al vantaggio di Negro per la Salernitana replica dieci minuti dopo Razzitti per le aquile giallorosse. All’ultimo secondo del recupero però decide la partita un gol, il primo stagionale, di Cristea che con una zampata riporta la squadra campana in vetta alla classifica a quota 67 punti, a piu due sul Benevento. Per la squadra di Minichini è un ritorno alla vittoria, visto il recente passo falso casalingo col Matera, e si tratta inoltre della quinta vittoria consecutiva lontano dai tifosi salernitani. Nel prossimo turno ci sarà il testacoda contro la Reggina.

Il Benevento invece s’inceppa e nel big match della 31esima giornata raccoglie solo un pareggio a reti bianche in quel di Caserta. Continua il momento no per i giocatori di mister Brini: nelle ultime cinque giornate infatti per i giallorossi è arrivata la vittoria contro la Vigor Lamezia, ben tre pareggi ed una brutta sconfitta nello scontro diretto con la Salernitana. Questo andamento sta mettendo a serio rischio la lotta per il primato nel Girone C, sono infatti nuovamente due i punti di distacco dai granata. La Casertana dal canto suo può recriminare per una traversa da parte di Cissè ad inizio gara che poteva cambiare il volto della partita ma allo stesso tempo continua la sua serie di partite senza sconfitte: dopo la sconfitta di Matera, sono arrivate infatti tre vittorie e due pareggi.

Appaiata alla Casertana a 56 punti, si trova la Juve Stabia che non sfrutta l’occasione per il sorpasso. In casa contro un’Ischia, ora ultimo in classifica, arriva solo un pareggio per 1-1. Prima della fine primo tempo è Bombagi a portare avanti le Vespe ma nella ripresa gli isolani trovano il pari con Bulevardi, alla prima realizzazione in campionato. I due pareggi contro Cosenza ed Ischia evidenziano il fatto che la squadra di Savini debba ancora trovare la quadratura del cerchio e che dipenda ancora troppo dalle giocate del suo bomber Di Carmine. Se segna lui, la squadra vince e diverte ma se non è in giornata, la squadra gialloblu frena e conseguentemente i risultati e la classifica ne risentono.
A 54 punti troviamo invece la coppia Matera- Lecce. La squadra di Auteri, dopo la splendida prestazione di Salerno, viene fermata dalla Vigor Lamezia sullo 0-0 in una partita priva di emozioni ma che costituisce solamente un rimpianto per i biancazzurri che, vincendo, avrebbero raggiunto Juve Stabia e Casertana ed avrebbero animato ancor di più la lotta playoff. Il Lecce, al contrario, non si fa pregar due volte e ,visti i pareggi delle dirette rivali, vince in casa dominando l’Aversa Normanna con un secco 3-0. Dopo due sconfitte che hanno un pò ridimensionato le aspettative della piazza leccese, è Moscardelli a prender per mano la squadra con una doppietta nei primi 45’minuti di gara che lo riporta in auge nella classifica capocannonieri con 14 gol. Al quarto d’ora della ripresa Gustavo cala il tris e chiude la pratica mettendo ko i normanni. Per l’Aversa, dopo un ottimo periodo che l’aveva vista vincere per quattro volte consecutivamente, si tratta del secondo stop di fila che ora la rendono fanalino di coda con 25 punti, alla pari di Ischia e Reggina.
Detto dell’Aversa in difficoltà, in fondo alla classifica non si può non parlare della vittoria della Reggina, oltre al pari del Messina e del Savoia. I granata vincono l’importantissimo scontro diretto col Melfi per 2-1, grazie al gol allo scadere del sempreverde Di Michele. L’ex Chievo decide un partita di vitale importanza, che ha visto la squadra di Alberti andare sotto al 59′ della ripresa grazie alla rete messa a segno da Agnello per il Melfi. Tempo cinque minuti ed Armellino trova il pari. Il match rimane in bilico cosi fino all’ultimo respiro quando proprio Di Michele regala il successo ai calabresi che cosi ora si agganciano al treno playout.
Mai cosi serrata la lotta per la salvezza. Il pareggio casalingo del Messina col Cosenza (altro zero a zero) e quello esterno del Savoia sul campo della Paganese per 2-2, fanno sì che la parte bassa della classifica veda nel giro di due punti ben cinque squadre: dai 25 punti della Reggina, ultima per differenza reti, ai 27 del Savoia. Leggermente piu tranquille sono al momento Melfi, a quota 32 punti nonostante la sconfitta di Reggio Calabria, e Lupa Roma, che pareggiando in casa col Foggia, allunga portandosi a 34 punti.

RISULTATI 31^ GIORNATA DI LEGA PRO, GIRONE C

CASERTANA BENEVENTO 0 – 0
PAGANESE SAVOIA 2 – 2
MESSINA COSENZA 0 – 0
MATERA VIGOR LAMEZIA 0 – 0
LECCE AVERSA NORMANNA 3 – 0
REGGINA MELFI 2 – 1
CATANZARO SALERNITANA 1 – 2
LUPA ROMA FOGGIA 1 – 1
JUVE STABIA ISCHIA 1 – 1
MARTINA FRANCA – BARLETTA STASERA ORE 20:45

Classifica

#

Squadra

P.

Dif

P.ti

1

Salernitana

31

21

67

2

Benevento

31

21

65

3

SS Juve Stabia

31

16

56

4

Casertana

31

19

56

5

Matera

31

15

54

6

Lecce

31

14

54

7

Foggia

31

19

50

8

Catanzaro

31

2

44

9

Vigor Lamezia

31

-1

40

10

Barletta

30

0

39

11

Cosenza Calcio

31

-1

37

12

Martina Franca

30

-1

35

13

Paganese

31

-8

34

14

Lupa Roma

31

-15

34

15

Melfi

31

-7

32

16

Savoia

31

-15

27

17

Messina

31

-18

26

18

Aversa Normanna

31

-15

25

19

Ischia

31

-23

25

20

Reggina

31

-23

25

Articolo di Simone Parisi

 

 

 

 

Lega Pro Girone C: Il recap della 31a Giornataultima modifica: 2015-03-23T15:07:08+01:00da sportstation
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *