LegaPro gruppo C: recap 34° giornata

 

SALERNITANA E BENEVENTO AVANTI FORZA QUATTRO.

JUVE STABIA E MATERA: PER I PLAYOFF ATTENZIONE AL FOGGIA.

MELFI: CHE FINALE! MESSINA, X FACTOR. REGGINA AI SALUTI DEL PROFESSIONISMO.

LegaPro festa-benevento-dopo-reggina-650x370

 

 

Una vera e propria schiacciasassi la Salernitana di Minichini che non lascia nulla al caso e affonda la Lupa Roma con quattro reti: doppio vantaggio nel primo tempo con Favasulli e Calil,15esimo gol in campionato per lui. Ad inizio ripresa la terza rete porta la firma di Gabionetta, che si ripete nuovamente su rigore al 79’minuto, portando a sei il suo bottino stagionale. Di Del Sorbo infine il gol della bandiera per la formazione romana.

Nelle ultime 10 partite la compagine di Salerno ha ottenuto otto vittorie, un pareggio col Foggia ed una sconfitta in casa col Matera. Questa inoltre è la quarta vittoria consecutiva che pone cosi la squadra di Mezzaroma e Lotito al primo posto con 76 punti a quattro giornate dalla fine.

I ragazzi di Cucciari invece hanno oramai raggiunto un punteggio che li fa stare abbastanza tranquilli, ma nonostante ciò i risultati nell’ultimo periodo stanno diventando troppo negativi: l’ultima vittoria infatti risale a 7 giornate fa contro la Reggina per 3-1. Successivamente sono arrivate tre sconfitte e tre pareggi che lasciano la Lupa al 14° posto con 36 punti, a +7 sulla zona playout.

Il Benevento riprende la sua marcia dopo il ko di Lecce e passeggia sui resti di una formazione che ha fatto la storia anche in categorie superiori come la Reggina. Al Ciro Vigorito infatti termina 4-0 per i giallorossi che affondano le speranze amaranto nel primo tempo grazie al primo gol in stagione di D’agostino e,nel secondo tempo, grazie alle reti di Di Lorenzo, Mazzeo e Marotta, rispettivamente al primo, terzo e nono gol in campionato. Gli stregoni continuano nella loro imbattibilità casalinga che dura oramai da dieci partite, l’ultimo passo falso in casa risale alla 14^ giornata 1-2 proprio col Lecce, la sua bestia nera evidentemente. 71 punti in classifica e -5 dalla vetta, probabilmente bisognerà aspettare i playoff per festeggiare.
Alberti dopo il quasi miracolo Bari rischia di far sprofondare in serie D la Reggina. Il mister marchigiano non riesce a trovare il bandolo della matassa per risolvere questa difficile situazione e come non bastasse aumentano pure i punti di penalizzazione, oramai saliti a quattro. La formazione calabrese viene letteralmente asfaltata dal Benevento ed incassa la terza sconfitta consecutiva, rimanendo quindi ferma a quota 22 punti, a -4 dall’Aversa

 

 

La Juve Stabia dal canto suo, dopo il vantaggio del Savoia con Ferrante al 34′ del primo tempo, si risveglia e infila per tre volte la porta di Gragnaniello. A ribaltare la situazione ci pensa Ripa con una doppietta e il gol di Carrozza a tempo quasi scaduto. Per i ragazzi di Savini si tratta della terza vittoria consecutiva che la conduce cosi al terzo posto con 63 punti, rimanendo con tre lunghezze di vantaggio sul Matera, quarto. Da notare come, a seguito della partita persa a Lecce per 1-0, la formazione gialloblu abbia ottenuto tre pareggi e tre vittorie. Prossimo turno delicato e decisivo che vedrà la Juve Stabia affrontare al Giraud di Castellammare la Salernitana

Il Matera vince di misura sul Martina Franca oramai salvo e privo di stimoli. A decidere la gara ci pensa Diop: per l’attaccante in prestito dal Torino si tratta della quarta rete stagionale, quasi tutte firmate in zona cesarini. Dopo la brutta sconfitta subita in casa col Foggia (2-5), la squadra di Auteri riprende il proprio cammino e firma la terza vittoria di fila in trasferta, stabilizzandosi cosi al quarto posto da sola, con 3 punti di vantaggio proprio sul Foggia. Prossimo turno interessantissimo che vede la formazione biancoblu affrontare in casa il Benevento: ci sarà da divertirsi.

Il Foggia di conseguenza ci crede eccome. Dopo lo straordinario successo a Matera, la formazione rossonera infila un altro ottimo risultato, vincendo in casa per 1-0 sulla Casertana. Il vantaggio foggiano arriva al 31′ del primo tempo, è bravo infatti Loiacono a farsi trovare pronto e a ribadire in rete una corta respinta di Fumagalli sulla punizione dal limite dell’area. I ragazzi di De Zerbi sono imbattuti da cinque giornate, in cui hanno ottenuto tre vittorie e due pareggi. Questi risultati di fatto riportano la formazione pugliese in corsa per i playoff, visto anche lo stato di forma incredibile dimostrato contro due dirette avversarie. In casa non perde da otto turni, dalla 18esima giornata terminata 0-1 col Barletta.

D’altro canto invece Campilongo e suoi incappano nella seconda sconfitta consecutiva che li tiene fermi a quota 56 punti, riuscendo cosi nell’ impresa di buttare al vento quanto di buono è stato fatto per trequarti della stagione. Dopo la vittoria contro la Lupa, la Casertana non è piu riuscita a vincere: oltre alle già citate due sconfitte sono arrivati anche due pareggi che ne hanno fortemente rallentato il passo. Ci sta una partita da recuperare, in trasferta col Martina Franca, ma i playoff sembrano sempre piu un miraggio lontano piuttosto che un obiettivo concreto, visto anche il difficile impegno di settimana prossima col Catanzaro.

Il Lecce lascia tre punti importantissimi a Melfi, essendo battuto 1-0, e abbandona quasi definitivamente i sogni di promozione. Nonostante l’espulsione di Gallo (Melfi) al 53′ minuto, i ragazzi di Bollini non sfruttano a dovere la superiorità numerica in campo e vengono puniti al 90esimo dalla zampata di Caturano. Il sogno playoff potrebbe essere infranto nel prossimo turno dove a Lecce verrà a far visita il Foggia di Iemmello e Sarno: sfida che vede affrontarsi due squadre che allo stato attuale si trovano a pari punti (57) ma che mostrano uno stato di forma molto diverso. Anche qui ci saranno da attendersi parecchie scintille.

Il Melfi incredibilmente si regala la salvezza con un finale splendido. Nove punti nelle ultime tre partite hanno portato la squadra di Bitetto al 12esimo posto con 41 punti. A riprova del grande stato fisico della compagine gialloverde ci sono le ultime due vittorie con squadre ben piu blasonate, come Casertana e Lecce. Da sottolineare anche l’ottima vena realizzativa di Caturano che sale a quota 16 in campionato e che lo vede secondo nella classifica cannonieri, dietro solo a bomber Eusepi con 17 reti.

 

Nella parte bassa, oltre alla già citata sconfitta della Reggina, da segnalare l’ennesimo pareggio del Messina, che continua a procedere a piccoli passi. Finisce 0-0 a Catanzaro e per gli uomini di Costanzo si tratta del quarto pareggio consecutivo dopo una striscia di 6 sconfitte di fila. Rialza leggermente la testa ma sembra non esserci soluzione per questa squadra che oramai non trova la vittoria da ben 13 partite. Per i giallorossi si avvicina lo spettro dei playout, considerando che nelle ultime quattro giornate dovrà affrontare sia Benevento che Salernitana ma dovrà anche vedersela contro Ischia e Savoia, dirette rivali.

Per l’Ischia invece pareggio casalingo per 1-1 col Cosenza, risultato questo che lascia un po’ di malumore all’interno dell’ambiente. Nella prima frazione di gara vanno in vantaggio i rossoblu con Arrigoni, nella ripresa risponde dal dischetto il solito Infantino, che sta praticamente salvando da solo Maurizi e i suoi. L’Aversa Normanna viene sconfitta tra le mura amiche dal Barletta grazie alla seconda rete stagionale di Danti.
A meno di grosse soprese da parte di Paganese e Lupa Roma saranno quindi Messina, Savoia, Ischia ed Aversa a giocarsi i playout, ma nel calcio si sa ogni cosa è imprevedibile.

 

 

A cura di: Simone Parisi

 

Classifica

#

Squadra

P.

Dif

P.ti

1

Salernitana

34

26

76

2

Benevento

34

26

71

3

SS Juve Stabia

34

19

63

4

Matera

34

15

60

5

Foggia

34

23

57

6

Lecce

34

13

57

7

Casertana

33

17

56

8

Catanzaro

34

3

49

9

Barletta

34

-1

44

10

Cosenza Calcio

34

0

42

11

Vigor Lamezia

34

-2

42

12

Melfi

34

-2

41

13

Martina Franca

33

-3

36

14

Lupa Roma

34

-18

36

15

Paganese

34

-11

35

16

Messina

34

-18

29

17

Ischia

34

-22

29

18

Savoia

34

-19

28

19

Aversa Normanna

34

-17

25

20

Reggina

34

-29

22

LegaPro gruppo C: recap 34° giornataultima modifica: 2015-04-15T12:22:07+02:00da sportstation
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *