L’Ostiamare cala il Poker: Battuto il Selargius 4-1

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE G

 11^ Giornata di Ritorno

OSTIAMARE 1945 – SELARGIUS 4-1

STADIO “ANCO MARZIO” (Ostia)

OSTIAMARE: 1 Travaglini,2 Barbieri,3 Piroli,4 De Nicolò (53’ Simone Ferri,15),5 Costantini,6 Trippa, 7 Fraschetti,8 D’Astolfo,9 Massella,10 Macciocca (74’ Sargolini,17),11 Palazzini (46’ Maestrelli,16). A disp.: 12 Saccucci,13 Pitzianti,14 Tabirri,18 Biagiotti,19 Matarazzo,20 Daniel Rossi. All.: Roberto Chiappara.

SELARGIUS: 1 Forzati,2 Aramu,3 Sanna,4 Puddu,5 Piselli,6 Del Rio (54’ Lintas,13),7 Cardia (54’ Migoni,16),8 Mannoni,9 Chelo,10 Callai,11 Atzori. A disp.: 12 Matza,14 Contu,15 Achenza,17 Suella. All.: Karel Zeman.

ARBITRO: Gabriele Cascella di Bari. ASSISTENTI: Davide Cefariello di Ercolano; Pierluigi Lustri di Avezzano.

MARCATORI: 10′ Costantini (O), 12′ Palazzini(O), 18′ De Nicolò (O), 26′ Atzori (S), 56’ Macciocca (O).

CORNER: 11 (O), 5 (S) AMMONIZIONI: 9’ Chelo (S), 64’ Ferri (O), 72’ Mannoni (S), 80’ Piroli (O), 88’ Atzori (S)

MINUTI DI RECUPERO: 2’PT, 3’ST

 

 

Ostiamare - Selargius
Ostiamare – Selargius

L’Ostiamare, nell’undicesima giornata di ritorno, ritrova il successo che mancava da tre turni. Battuto per quattro reti a uno la formazione sarda allenata da Zeman. I biancoviola guadagnano tre punti fondamentali per la lotta alla conquista dei playoff e alla luce degli stop delle dirette concorrenti, il Fondi ha pareggiato a Genzano e il San Cesareo è caduto contro l’Isola Liri, blindano il quarto posto in solitaria a 46 punti a si avvicinano a meno tre dalla terza piazza. Il Selargius rimane sempre più immerso nella lotta per non retrocedere con i suoi 26 punti. I ragazzi di mister Chiappara ottengono l’ottava vittoria in stagione all’Anco Marzio con una prestazione entusiasmante e convincente sia sul piano del gioco che del risultato e della condizione fisica. Il match parte subito ad alti livelli, con la formazione ospite che dopo pochi secondi guadagna un calcio di punizione da posizione pericolosa e un corner, senza però concretizzare. Dal 3’ in poi è però un monologo biancoviola, due occasioni pericolose del bomber Massella sono il preludio al gol che arriva al 10’ con un colpo di testa di Costantini su assist di Palazzini da calcio d’angolo. Ostiamare padrona del campo e il raddoppio per i padroni di casa tarda solo due minuti. Prodezza al 12’ di Palazzini che dal limite corto dell’area di rigore rientra sul destro e batte Forzati alla sua sinistra, palla che bacia il palo ed è due a zero.

L’Ostiamare sembra non essere ancora appagata e continua ad attaccare, trovando il terzo gol al 18’ di nuovo su calcio d’angolo con il colpo di testa dell’altro centrale di difesa, De Nicolò, su assist di Fraschetti.

Partita virtualmente chiusa dopo venti minuti dal calcio d’inizio. Al 27’ però Atzori riaccende le speranze sarde segnando su una respinta corta da parte di Travaglini dopo una percussione e tiro di Chelo. Primo tempo che si conclude sul 3-1 in favore dei lidensi.

Ostiamare - Selargius
Ostiamare – Selargius

Il secondo tempo comincia sulla falsa riga di quello appena concluso, Ostiamare che crea gioco e occasioni, mentre il Selargius si difende e non riesce a ripartire. Il sigillo sul risultato finale lo mette Macciocca al 58’ con un tiro potentissimo di sinistro sul primo palo su un brillante passaggio raso terra in profondità di capitan D’Astolfo, Forzati battuto per la quarta volta. Partita chiusa con i biancoverdi che amministrano bene il risultato fino al termine del match. Da registrare un palo colpito da Massella al 61’ e una grandissima parata del portiere sardo su un tiro al volo sempre del numero nove biancoviola nel finale. Lidensi che chiudono la partita con un uomo in meno a causa dell’infortunio di Barbieri che lascia il campo a cambi già esauriti.

Grandissima prova di carattere dei ragazzi di Chiappara che esprimono un gioco brillante e mostrano qualità invidiabile nelle giocate. Selargius mai veramente in partita, gli uomini di Zeman fanno vedere di avere limiti difensivi e di manovra del gioco su cui bisogna lavorare se vogliono centrare la salvezza.

La prossima partita, giovedì 2 aprile, allo stadio “Rocchi” di Viterbo nel turno pasquale è impegnativa per la compagine di Ostia ma se la condizione fisica e il gioco espresso sono questi i biancoviola possono giocare per fare risultato.

A cura di: Andrea de Pietro

L’Ostiamare cala il Poker: Battuto il Selargius 4-1ultima modifica: 2015-03-30T14:02:25+02:00da sportstation
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *