Quarti di finale Legapro: il Recap

bassano juve stabia 6-5 dcrIL COMO STENDE IL BENEVENTO CON UNA DOPPIETTA DI GANZ.
MATERA E REGGIANA VINCONO AI SUPPLEMENTARI, IL BASSANO PASSA AI RIGORI.
IL 24 MAGGIO LE SEMIFINALI SARANNO REGGIANA- BASSANO E COMO-MATERA.

Entra nel vivo la fase finale dei playoff di Lega Pro che ,tra sabato e domenica, ha visto sfidarsi alcune delle migliori formazioni dei gironi A, B e C. Emozioni forti in tutti e quattro i match in programma, di cui solo uno è terminato nei 90minuti di gioco, tutti gli altri sono andati a finire ai supplementari o ai calci di rigore.

BASSANO-JUVE STABIA 6-5 dcr
Le Vespe di mister Savini non riescono nell’impresa di centrare le semifinali andando a perdere ai calci di rigore una partita che li ha visti giocare meglio degli avversari. Nonostante ciò il Bassano di Tonino Asta, ex cuore granata, passa in vantaggio al 20esimo del primo tempo grazie a Davì che sfrutta bene il corner calciato da Nolè. Passano tre minuti e la situazione è di nuovo in equilibrio: Bombagi infatti incorna di testa anticipando il difensore e fissa il risultato sull’ 1-1. Emozioni a non finire nella ripresa, coi campani che con Di Carmine prima e Carrozza poi provano a spingere sull’acceleratore per trovare il gol vittoria. Tempi regolamentari e supplementari lasciano il risultato invariato, nonostante un gol ingiustamente annullato a Gomez. Si arriva dunque alla lotteria dei rigori dove, destino vuole che proprio l’autore del pari, Bombagi, si faccia parare il tiro dal dischetto da Grandi. Iocolano invece rimane freddo ed insacca il penalty che porta il Bassano in semifinale.

benevento como 1-2BENEVENTO-COMO 1-2
Cade un’altra big del girone C, ovvero il Benevento, che si fa rimontare in maniera clamorosa dal Como. E’ infatti la squadra giallorosso a passare avanti per merito di Mazzeo, abile a farsi trovare pronto sulla respinta di Crispino dopo un grave errore della difesa lombarda. Sabatini e i suoi però non si scoraggiano ed iniziano un forcing offensivo che porta pochi minuti dopo a pareggiare il conto dei gol: Le Noci parte in contropiede e scarica un destro su cui Piscitelli interviene come può, ma sul tap-in il piu lesto a ribadire in gol è Ganz. Proprio quest’ultimo, dopo un palo incredibile del Benevento, decide nei minuti finali la gara con un gol pazzesco. Ganz infatti tenta il cross dalla destra ma la traiettoria è beffarda e in realtà si trasforma in un tiro che sorprende il portiere di casa e s’insacca alla sue spalle. Ennesima delusione per i tifosi sanniti e per il presidente Oreste Vigorito che, amareggiato, a fine partita annuncia la conclusione del suo ciclo a capo degli stregoni.

MATERA – PAVIA 2-1 dts
La sorpresa vera quindi è il Matera a cui servono 119 minuti per avere la meglio sul Pavia. La squadra di Auteri s’è dimostrata formazione arcigna e coraggiosa, non perdendo mai la calma anche in situazioni apparentemente difficili. Sono infatti i ragazzi del neo tecnico Giovanni Vavassori ad allungare al 56esimo della ripresa: Marchi riceve l’ottimo assist da parte di Cogliati e di destro batte agilmente Bifulco. Poco dopo viene annullatto una rete a Flores per un fallo avvenuto prima del colpo di testa decisivo. E’ a questo punto che la partita cambia: Auteri inserisce Pagliarini e proprio il soggetto in questione firma il pari al 76esimo con un preciso destro a giro. I novanta minuti di gara terminano quindi sul punteggio parziale di 1-1. Nei supplementari prima Diop si divora il gol del vantaggio dei lucani, ma alla fine è ancora Pagliarini il piu bravo, andando a siglare la sua personale doppietta e portando cosi i suoi compagni di squadra ad un insperata semifinale playoff.

ASCOLI – REGGIANA  2-4 dts
L’ultima sfida che chiude il quadro delle semifinali vede uscire vittoriosa la Reggiana. Gli emiliani infatti superano l’Ascoli allo stadio Del Duca col punteggio finale di 2-4. In una gara scoppiettante e piena di emozioni, sono i padroni di casa ad andare sotto nel punteggio. Al decimo del primo tempo, Avogadri stende Siega e per il direttore di gara è calcio di rigore ed espulsione per fallo da ultimo uomo. Bruccin dal dischetto non si fa ipnotizzare da Lanni e porta avanti i suoi. Passano solo cinque minuti e l’Ascoli trova il pari con Pelagatti che di testa infila la porta avversaria. La tensione si taglia col coltello fino a pochi minuti dal termine quando Mustacchio, direttamente da calcio d’angolo, controlla il pallone e scarica in rete, portando avanti i bianconeri. A questo punto succede l’impensabile: in pieno recupero Spanò regala il pareggio alla Reggiana, approfittando di una corta respinta del portiere. L’arbitro dichiara la fine dei tempi regolamentari e ci si avvia ad assistere ad un’ultima mezzora di fuoco. Nei supplementari infatti prima Ruopolo firma il clamoroso sorpasso sui padroni di casa, poi è Giannone, su assist dello stesso Ruopolo, che con un sinistro angolato fissa il risultato finale sul 2-4.

Domenica 24 andranno in scena le semifinali di Lega Pro che vedranno alle 18 giocare la gara d’andata tra Reggiana-Bassano al Mapei Stadium di Reggio Emilia, mentre alle 19 si sfideranno Matera e Como. Le gare di ritorno sono state fissate per il week end successivo ma ad orari invertiti: il 31 maggio per cui Como-Matera sarà alle 16 e il fischio d’inizio di Bassano-Reggiana si avrà alle 18.

Simone Parisi

Quarti di finale Legapro: il Recapultima modifica: 2015-05-23T00:08:10+02:00da sportstation
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *